Esserci nonostante la nostra voce…

Prendo in prestito un brano di Tim Buckley,  energia, intensità, morbidezza…
Un pezzo e un’interpretazione a mio avviso davvero uniche, una comunicazione di ciò che era che mi spinge a chiedermi
dove è il centro della voce? Nelle corde? Nella risonanza? Nell’essere apprezzati? Nell’apprezzare sé stessi? Nell’esprimerci?
Siamo in grado di “esserci” nonostante la nostra voce?..
Buon ascolto a tutti.
Simone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...